Via libera alla fusione fra l’azienda ospedaliera e l’Asl provinciale: verso una sola realtà della sanità

La giunta regionale, su proposta dell’assessore Antonio Saitta, ha approvato la delibera che ha messo in moto l’iter amministrativo

L’ospedale di Alessandria


Pubblicato il 20/01/2018

La nuova azienda unica che nascerà ad Alessandria dalla fusione tra ospedale e Asl gestirà la sanità pubblica dell’intera provincia, e avrà circa 6 mila dipendenti. 

 

Ieri, la giunta regionale, su proposta dell’assessore Antonio Saitta, ha approvato la delibera relativa che contiene la proposta. Come aveva chiesto di fare, poco più di due mesi fa, il Consiglio regionale, primo firmatario il presidente della commissione Sanità, Domenico Ravetti. Il nuovo ente muoverà i primi passi nel 2019. 

 

Ieri pomeriggio l’assessore Saitta era ad Alessandria per un incontro ed è stata quella l’occasione per illustrare meglio quali saranno i prossimi passaggi. «La proposta della giunta - ha spiegato Saitta - deve diventare una delibera del Consiglio regionale per essere operativa, quindi ci sarà un confronto. Bisogna tener conto poi della complessità dell’Aso e dell’Asl, con i loro bilanci e le loro organizzazioni».  

home

home

La Stampa con te dove e quando vuoi