Padre e matrigna di Castagnole Lanze condannati in tribunale ad Asti, bastonavano bimba di 10 anni


Pubblicato il 12/01/2018
castagnole lanze

Una bambina di 10 anni era stata vittima per lungo tempo di pesanti maltrattamenti in famiglia.  

 

Botte con pugni, bastoni e altri oggetti contundenti, continue minacce di morte e denigrazioni.  

A commettere le violenze il padre, un bracciante di 45 anni e la moglie di 34 anni, entrambi macedoni residenti a Castagnole Lanze. Ora in tribunale i due sono stati condannati con rito abbreviato rispettivamente a 3 anni e 8 mesi e a 3 anni e 4 mesi. La sentenza è stata pronunciata dal giudice Alberto Giannone. Accolta la richiesta del pm Donatella Masia. Gli imputati erano difesi dagli avvocati Ferruccio Rattazzi e Alberto Masoero

 

La piccola affidata a una’altra famiglia  

Alla bimba, ora affidata ad un’altra famiglia e tutelata come legale di parte civile dall’avvocato Silvia Merlino, il padre e la matrigna dovranno versare un risarcimento di 25 mila euro. I nomi dei condannati non vengono resi noti per tutelare la piccola vittima.  

 

I maltrattamenti erano commessi anche dalla figlia della nuova moglie del padre, una bambina di 11 anni, istigata dalla madre. L’uomo e la donna erano stati arrestati nel 2016 dai carabinieri di Canelli ma da alcuni mesi sono tornati liberi. Gli investigatori erano riusciti a nascondere una telecamera nella casa della famiglia documentando le violenze.

 

home

home

La Stampa con te dove e quando vuoi

I più letti del giorno

I più letti del giorno