Pontedassio, la Latte Alberti prima ad aderire al Patto di filiera della Cia

Progetto presentato alla Regione


Pubblicato il 11/01/2018
Ultima modifica il 11/01/2018 alle ore 19:37
pontedassio

La Latte Alberti di Pontedassio è stata la prima azienda ad aderire al “Patto di filiera” proposto dalla Cia, la Confederazione italiana agricoltori, per tutelare allevatori e produttori delle valli genovesi. Il progetto è stato presentato in Regione, alla presenza dei vertici liguri di Cia e degli assessori regionali Stefano Mai, Gianni Berrino e Marco Scajola. La Alberti, da decenni legata alla raccolta di latte in Piemonte, nell’aprile del 2016 ha iniziato a ritirare il latte anche da alcuni produttori dell’entroterra di Genova e ha acquisito lo storico marchio “Latte Valli Genovesi”. Per l’azienda imperiese si tratta di una sorta di ritorno alle origini: nel 1948 il fondatore Giacmo Alberti aveva inizato raccogliendo soltanto latte ligure, in territorio imperiese. Poi gli allevamenti sono andati via via diminuendo e fu necessario guardare al Piemonte.  

Spiega il presidente Alberto Alberti: “L’iniziativa di Cia Liguria, cui abbiamo aderito fin da subito, rappresenta un’opportunità per l’intero settore lattiero-caseario ligure. La presentazione è il punto di partenza; sono infatti convinto che il progetto funzionerà e crescerà ancora”.  

Per Matteo Alberti, responsabile comunicazione, “questo progetto può diventare per una preziosa opportunità di rilancio dello storico marchio Valli Genovesi. L’emblema grafico, col quale vengono contraddistinti i prodotti delle aziende aderenti, non è un marchio di origine, ma un marchio etico, che vuole segnalare ai consumatori le imprese e le catene distributive che ritirano il latte locale e lo utilizzano nella loro linea produttiva”. 

home

home

La Stampa con te dove e quando vuoi

I più letti del giorno

I più letti del giorno